Tel +39 0541 34 63 77

info@campingrubicone.com

Oggi vi porto a Fiabilandia!!

Amici campeggiatori, bentrovati!

Cosa pensate del mare d’inverno? Io lo trovo sempre pazzesco… Sono qui sulla spiaggia di Savignano Mare, bello rilassato su un comodo lettino a riva, con lo sguardo perso verso l’orizzonte.

Questo villaggio sul Mare Adriatico è la mia casa e non vedo l’ora di accogliervi numerosi al Camping Rubicone! Non potete immaginare le novità che vi attendono: il team è al lavoro, da qui riesco quasi a sentire le rotelle delle loro teste che girano all’impazzata per programmare per tutti voi un soggiorno speciale, in cui assaporare la pace e la tranquillità della natura incontaminata, gli ampi spazi all’aria aperta in cui rilassarsi in totale sicurezza, le attività sempre nuove dello staff di animazione, le strutture sportive e la vicinanza al mare, alle città d’arte e ai grandi parchi acquatici… a proposito di questi ultimi… sto pensando che oggi ho proprio voglia di divertirmi!!

Dopo aver visitato Mirabilandia non potevamo mancare l’appuntamento con un altro meraviglioso parco giochi… Siete pronti a partire con me?? Direzione Fiabilandia!!! Si tratta di uno dei parchi a tema più antichi d’Italia! Ora è chiuso, ma io ho una chiave speciale e posso portarvi con me per scoprirne la storia e le fantastiche attrazioni che offre… possiamo sognare insieme nell’attesa della riapertura di questo spettacolare luogo di divertimento sicuro e garantito!

Tre… due… uno… si parte!!

Siamo appena arrivati a Rivazzurra, Rimini, e non sto più nella pelle! Sapevate che per il primo anno di apertura Fiabilandia fu una sorta di esperimento?? Non era un parco ancora ben definito, ma presentava numerose forme d’intrattenimento, soprattutto per i più piccini, come barchette, una pista per le automobiline e un trenino. Solo nel 1966 il parco venne ufficialmente inaugurato.

La sua forma più o meno circolare si sviluppa intorno al lago Bernardo, famoso per le numerose specie di uccelli migratori che ospita. Mmmmh… mi farei un tuffo e una bella nuotatina, ma non possiamo perdere tempo c’è tantissimo da vedere.

Gambe in spalla amici, andiamo a conoscere la storia di Fiabilandia!

Se vi guardate intorno vi accorgerete che i circa 150.000 m² del parco sono suddivisi in 4 aree tematiche: la Medioevale, dove il Castello di Mago Merlino attira molto la mia attenzione; quella Orientale caratterizzata da tinte arancioni e marroni e suggestive lampade cinesi; la Baia di Peter Pan/Pirati con la grotta del Teschio (oh mamma che paura!!) e la Nave pirata; il Far West, la primissima area che venne costruita e quella in assoluto più a tema, con un autentico Saloon del Vecchio West, il famoso “Sceriffo Copperfield” e la sbrilluccicante miniera d’oro del West: le montagne russe più famose di Fiabilandia!

A queste 4 aree si aggiungono due “zone miste”, una con gli scivoli giganti (io amo lanciarmi sulla pancia!!) e una pista con delle macchinine, mentre nell’altra ci aspettano spettacoli, Cinema4D, la Valle degli Gnomi, il Mar dei Ranocchi, il PlayGround PincoPallina e Capitano Nemo Adventure e, infine, lo Spacemouse! Non so voi, ma solo a pronunciare queste attrazioni la mia coda si agita all’impazzata per l’entusiasmo!!

Che ne dite di girovagare un po’ e vedere quali altre divertentissime attrazioni il parco offre? Seguitemi!

Voi come lo vedete un coccodrillo che viaggia a bordo di un gigantesco bruco?? Sto parlando del Villaggio degli Gnomi una sorta di rivisitazione del famosissimo Bruco Mela. Non possiamo proprio perderci il Castello di Mago Merlino, tra libri di incantesimi, stanze segrete, pozioni e oggetti animati da scovare a bordo di piccoli e simpatici gufi!

Avete paura di perdervi nei labirinti?? Io AMO mettermi alla prova anche se l’ultima volta che sono stato in un labirinto ho dovuto chiamare i miei amici del Camping Rubicone perché non riuscivo proprio a ritrovare la strada di casa… ma questa è un’altra storia! Il Labirinto di Fu-Ming ha già catturato la mia attenzione: per uscirne occorre risolvere una serie di enigmi all’interno di un’atmosfera orientale che mi trasporta direttamente in Asia… per rimanere in “tema Oriente” io ora farei un salto al Lago dei Sogni: tra magici ombrelli colorati e fontane floreali finiremo nella pancia del grande Dragone dove l’albero della vita illuminerà il nostro percorso.

Sono troooooppo euforico! Fiabilandia è uno spasso e le attrazioni sono così tante che è impossibile provarle tutte in una sola giornata. Beh amici, questo mi sembra un valido motivo per tornarci di nuovo, non credete?

Aspettate un attimo… guardate un po’ chi mi sta correndo incontro! È Babau, la mascotte del parco, il mostriciattolo peloso blu a macchie gialle che i bambini amano alla follia e con cui scattano sempre una foto ricordo all’ingresso del parco. Lui è qui dal 1999 quando Fiabilandia ha cambiato proprietà e mi ha appena riferito di essere sbucato dal pentolone di Mago Merlino!!

Dopo averlo salutato ho deciso di rilassarmi 5 minuti nel verde di questo parco e, cammina cammina, mi sono ritrovato ne Il giardino dei frutti dimenticati, un’area dedicata agli alberi da frutto che in primavera esplode di profumi e colori.

Dovete sapere che Fiabilandia, oltre a offrire una valanga travolgente di divertimento, ha a cuore l’ecologia, lotta contro l’inquinamento e tutela l’ambiente, così organizza percorsi didattici a tema per gli studenti curiosi di apprendere… divertendosi!

Ma c’è molto di più… ci sono caprette, asinelli, galline e tacchini con cui scambiare quattro chiacchiere, ci sono le piante aromatiche di cui scoprire essenze e dettagli e poi c’è la Casa del contadino, tradizionale e accogliente.

Insomma, cari amici campeggiatori, Fiabilandia è un’oasi tranquilla ricca di divertimento che ciascuno bambino dovrebbe visitare almeno una volta per trascorrere una giornata incantata, all’interno di un mondo fantastico e reale al tempo stesso. Sono sicuro che ciascuno di voi tornerà a casa arricchito, con stimoli creativi e nuove conoscenze.

Le numerose attrazioni vi aspettano e avete mesi davanti a voi per programmare una gita a Fiabilandia: per ora, vi consiglio di scoprirne tutti i dettagli sul sito del parco e quando sarete al Camping Rubicone chiedete allo staff: vi fornirà tutte le informazioni di cui avete bisogno!

È per me giunto il momento di tornare a casa base, il mio lettino in riva al mare mi aspetta per un pisolino ristoratore… prima però devo vedere a che punto sono i “cervelloni” del marketing. Tranquilli, stanno lavorando per voi, affinché il vostro prossimo soggiorno al Camping Rubicone, un’oasi di pace immersa nel verde, sia SENSAZIONALE!

Vi saluto con affetto

Ruby